Danone Nations Cup, è tempo di finali: Inter, Livorno, Roma e Torino in campo per il titolo

Appuntamento al Centro Tecnico Federale di Coverciano per la Finale della “Danone Nations Cup”: sabato 16 e domenica 17 giugno le formazioni Under 12 Femminili di AS Livorno, FC Inter, AS Roma e Torino FC si giocano l’edizione 2018 della competizione promossa da FIGC e Danone, nonché l’accesso alla Fase Mondiale del torneo in programma il prossimo anno in Spagna. La manifestazione è inserita nel contesto del 10° Grassroots Festival organizzato dal Settore Giovanile e Scolastico FIGC, cornice ideale per un’attività che mira allo sviluppo e alla valorizzazione del calcio femminile e che va ben oltre la semplice competizione calcistica.

Dopo il successo riscontrato nelle scorse edizioni, l’edizione 2018 della “Danone Nations Cup”, che in Italia è riservata in via esclusiva alle formazioni di calcio femminile, ha registrato un ulteriore aumento delle squadre partecipanti. Sono state complessivamente 68 le formazioni che hanno preso parte quest’anno, di cui 34 provenienti da società professionistiche di Serie A, B e C, un segnale di un coinvolgimento sempre più progressivo del calcio di alto livello nello sviluppo del calcio femminile, in linea con il programma varato dalla FIGC negli anni scorsi.

Disputata su base annuale, la “Danone Nations Cup” rappresenta il campionato più grande al mondo di calcio giovanile Under 12 e si pone l’obiettivo di promuovere valori importanti quali il rispetto dell’avversario, il fair play, l’integrazione tra culture diverse, la socializzazione, lo spirito di gruppo, uno stile di vita sano.
Iniziata nel mese di marzo con le Fasi Regionali in tutta Italia, la “Danone Nations Cup” ha delineato il proprio percorso attraverso le Fasi Interregionali disputate a Formia (30 aprile), Torino (6 maggio), Sorbolo/Parma (13 maggio) e Milano (20 maggio) che hanno promosso le 4 Finaliste al CTF di Coverciano.

La Danone Nations Cup – ha sottolineato il Presidente del Settore Giovanile e Scolastico, Vito Tisci – rappresenta per la Federazione e per il nostro settore un appuntamento di grande importanza, nonché un’occasione di crescita per tutti i soggetti coinvolti. E riuscire a dare continuità a un progetto di tale prestigio a carattere nazionale non può che renderci estremamente soddisfatti. Per la Federazione valorizzare il calcio giovanile femminile, sia come esperienza sportiva che umana e formativa, in grado di trasmettere i valori e la passione per lo sport, è un obiettivo primario che ogni anno viene perseguito con grande professionalità, grazie anche al contributo di Danone che da anni è al nostro fianco in questa importante iniziativa. E ospitare nella casa della Nazionale l’ultimo atto di un torneo che ha coinvolto centinaia di giovani atlete è un segnale di grande attenzione da parte del mondo federale. A tutte le protagoniste auguro pertanto di potersi confrontare all’insegna del rispetto, del fair-play e del divertimento, con la consapevolezza di partecipare a una delle più gratificanti manifestazioni sul panorama calcistico italiano”.

La Danone Nations Cup è un progetto che va ben oltre la semplice competizione calcistica – aggiunge Cyrille Auguste, Amministratore Delegato Danone Prodotti Freschi – in quanto vuole diffondere tra i giovani atleti importanti valori quali l’integrazione e l’apertura mentale a favore della parità di genere. Il gioco del calcio, in particolare, aiuta i giovani ad affermare sé stessi, insegnando il rispetto delle regole, il fair play, l’integrazione tra culture diverse e il valore della collaborazione per il raggiungimento di un obiettivo.

L’edizione italiana della “Danone Nations Cup” è una delle attività principali programmate dalla FIGC – Settore Giovanile e Scolastico nell’ambito del programma di sviluppo del calcio femminile ed ha rappresentato un vero punto di svolta anche per il torneo a livello internazionale. Nel 2016 in Italia le regole del gioco sono cambiate: per la prima volta, una squadra al 100% femminile ha partecipato alla finale mondiale della competizione come sola rappresentante del nostro Paese. È così che, a partire dall’Italia, l’idea di una competizione di calcio femminile si è estesa poi a tutto il mondo, attraverso la creazione nel 2017 del primo torneo globale interamente dedicato alle calciatrici Under 12.
Nel 2017 fu la Juventus a prendere parte alla finale mondiale a New York, mentre la vincitrice del torneo italiano di quest’anno accederà alla Fase Mondiale prevista il prossimo anno in Spagna.