Regolamento

DNC 2017/2018 • Torneo Nazionale Giovanile di Calcio a otto Under 12 Femminile

Regolamento Generale

Il Settore Giovanile e Scolastico dello FIGC organizza un Torneo a carattere Nazionale riservato alle giovani calciatrici delle Categorie UNDER 12 delle società professionistiche di Serie A, di Serie B e di Serie C, delle Società di Serie A e di Serie B Femminile della LND e delle Scuole di Calcio Élite che hanno attivato il Progetto relativo allo sviluppo dell’Attività Femminile, oltre che delle Società Femminili riconosciute come “Scuole di Calcio”.

Di seguito si riportano modolità di iscrizione, Regolamento Tecnico, Regolamento del Gioco Tecnico e
Regolamento Fair Play del Torneo Under 12 Femminile – DNC 2018.

Categoria di Partecipazione

Il Torneo è riservato alle giovani calciatrici dello Categoria UNDER 12 nate dal 01.01.2005 al 31.12.2005.
È possibile utilizzare anche ragazze nate nel 2007.

Iscrizioni

Le squadre potranno aderire all’iniziativa iscrivendosi direttamente alla FIGC- Settore Giovanile e Scolastico, collegandosi all’indirizzo www.u12femminile.it, cliccando sullo voce del menù ISCRIZIONE e compilando il relativo form. Il termine di scodenzo delle iscrizioni è fissato ol12 febbraio 2018.

Alla fase preliminare ciascuna società può iscrivere una o più squadre.
Nel coso di iscrizione di più squadre, una società che dovesse qualificarsi alla fase interregionale potrà essere rappresentata da uno sola squadra.

Il torneo prevede:

  • Una fase preliminare Provinciale o Regionale, una fose lnterregionale e la fase finole Nozionole
  • Le fasi Provinciali e Regionali si svolgeranno solo dove il numero di squadre iscritte sarà sufficiente per garantirne lo svolgimento.
  • Nelle regioni dove il numero delle squadre iscritte non sia sufficiente per garantire lo svolgimento delle fasi Provinciali o Regionali, si procederà allo svolgimento di una Fase lnterprovinciale che potrebbe coinvolgere differenti regioni.
  • Le fasi lnterregionali saranno organizzote in due giornate suddividendo le portecipanti in 4 gruppi, nei week-end compresi tra il 28 Aprile 2018 ed il 20 Maggio 2018, le città sedi delle finali interregionali e il colendorio delle gore verranno resi noti successivamente con apposito Comunicato Ufficiale. l costi relativi al pernottamento saranno a corico dell ‘organizzazione.
  • Le prime classificate di ogni raggruppamento dello fase lnterregionale saronno ammesse alla Fase Finale Nozionole che si svolgerà a Coverciano (FI) nel week-end del 15-17 Giugno 2018, in occasione del 10° Grassroots Festival. l costi di trasferta e soggiorno previsti per tale fase saranno o carico dell’organizzazione.

Norme di Tesseramento

Possono partecipare al Torneo le giovani calciatrici della Categoria UNDER 12 regolarmente tesserate FIGC con la propria società per lo stagione in corso.
In caso di necessità, le società, possono usufruire di un numero massimo di 3 giocatrici in prestito da altra società non partecipante al Torneo, purché munite di regolare nulla-osta della società di appartenenza.
l nullo osta dei prestiti dovranno essere inviati preventivamente al Settore Giovanile e Scolastico.
l prestiti autorizzati saranno validi per tutta la durata della manifestazione e non potranno essere sostituiti.

Identificazione dei calciatori

Gli Arbitri, i Tecnici o i Dirigenti che arbitreranno le gare, prima di dare inizio alla manifestazione, controlleranno che i dati dei documenti di identificazione corrispondano o quelli trascritti nell’elenco di gara, come previsto dall’Art. 71 delle delle N.O.I.F. “Identificazione dei calciatori”.

Giustizia sportiva

La Giustizia sportiva sarà amministrata durante la fase provinciale/regionale dal Giudice Sportivo Territoriale e durante le fasi interregionoli e nazionali dal Giudice Sportivo Nazionale del Settore Giovanile e Scolastico dello FIGC che applicherà le norme del Codice di Giustizia sportiva.

  • L’eventuale espulsione di un calciatore nel corso di una qualsiasi gara comporta lo squalifica automatica per una gara.
  • L’eventuale espulsione del portiere nel corso di una qualsiasi gara non comporta lo squalifica automatica, in deroga a quanto previsto dall’articolo 19 comma 10 del CGS.
  • l calciatori che incorrono in due ammonizioni saronno squalificati per una gara. Le ammonizioni comminate nella fase Regionale che non comportino squalifica verranno azzerate nello fase Interregionole

Lo violazione di quanto previsto dall’art. 4 del regolamento tecnico di giuoco sulla sostituzione di calciatori determinerà l’applicazione della punizione sportiva della perdita dello gara.
Avverso i provvedimenti del Giudice Sportivo non è ammesso “reclamo”.

Arbitraggio delle Gare

Le partite saranno arbitrate da Tecnici o Dirigenti regolarmente tesserati dalla F.I.G.C. messi a disposizione dalle Società partecipanti o dall’organizzazione del Torneo.
In ogni coso i rapporti di gara con allegate le distinte dei giocatori dovranno essere trasmesse al Comitato Organizzatore di competenza, nei termini previsti per la necessaria visione del giudice sportivo.

REGOLAMENTO TECNICO DI GIOCO

Art. 1 – Il campo di gioco

Le dimensioni del terreno di gioco saranno comprese tra i seguenti valori:
Lunghezza: misure minime 50 mt. misure minime 70 mt.
Larghezza: misure minime 40 mt. misure minime 50 mt.
Le dimensioni della porta saranno comprese tra i seguenti valori: 5-6 x 1,8-2 metri.

Art. 2 - Pallone

Il pallone utilizzato per le gare è convenzionalmente identificato con il numero “4”.

Art. 3 – Modalità di svolgimento e Durata delle gare

Laddove possibile, lo sviluppo dell’attività prevede l’organizzazione di incontri a cui partecipano di norma 3, 4 o 5 squadre [concentramento]
Ad ogni concentramento le squadre si confronteranno in Gare 8 vs 8 e prove di abilità tecnica [Shootout] o confronto (Vedi Regolamento Gioco Tecnico]
Le gare, che si svolgeranno tutte nella medesima giornata, verranno suddivise in tre tempi dello durata di 10 minuti ciascuno.

Art. 4 – Sostituzione dei giocatori

Tutte le calciatrici in distinta dovranno giocare almeno un tempo dei primi due; pertanto al termine del primo tempo dovranno essere effettuate obbligatoriamente tutte le sostituzioni e le nuove entrate non potranno più essere sostituite fino al termine del secondo tempo tranne che per validi motivi di salute; mentre durante il gioco sarà possibile sostituire le bambine che hanno già preso parte al primo tempo per intero; nel terzo tempo, quindi, potranno essere effettuate sostituzioni con il sistemo dei “cambi liberi”.

Art. 5 – Punteggi e classifiche

Ciascun tempo è una mini gara che si conclude con un proprio risultato. l tempi successivi al primo [secondo e terzo] inizieranno con il punteggio di 0-0. Il risultato finale dello gara sarò determinato dal numero di mini-gare (tempi di gioco] vinte da ciascuna squadra (1 punto per ciascun tempo vinto o pareggiato).

ESEMPI CALCOLO RISULTATO FINALE:

  • Pareggio in tutti e tre i tempi della gara: risultato finale 3-3
  • Due tempi in pareggio ed un tempo vinto da una delle due squadre: 3-2
  • Un tempo in pareggio e due tempi vinti da una delle due squadre: 3-1
  • Vittoria della stessa squadra in tutti e tre i tempi: 3-0
  • Una vittoria a testa ed un pareggio nei tre tempi: 2-2
  • Due vittorie di una squadra ed una vittoria dell’altra nei tre tempi: 2-1.
  • Al risultato finale andrà aggiunto un punto per la squadra che sarà risultata vincitrice dello sfida di abilità tecniche agli “Shootout” (un punto da aggiungere al risultato della gara per la squadra che ha vinto, oppure un punto per ciascuna squadra in caso di parità].
    Una volta stabilito l’esito finale dello partita saranno attribuiti i seguenti punteggi validi per la classifica finale:
    3 punti in caso di vittorio;
    1 punto in caso di pareggio;
    0 punti in coso di sconfitta.

    Ai fini dello determinazione della graduatoria finale, sarà attribuito un ulteriore punto alle società che hanno in distinta un numero di calciatrici non inferiore a 14.

    Qualificazione al turno successivo
    Per determinare la/e squadra/e che potranno accedere al turno successivo verrà considerata la graduatoria finale.
    Il numero di squadre che passeranno al turno successivo verrò comunicato di volta in volta in base al numero di squadre iscritte ed allo sviluppo dell’attività nello specifico territorio di appartenenza.
    Nel caso in cui due o più squadre terminino il girone ed i relativi incontri con lo stesso numero di punti, verranno considerati i criteri in ordine elencati:

    1. Esito degli incontri diretti (risultato dei 3 tempi di gioco)
    2. Esito delle sfide agli “ShootOut”
    3. Miglior punteggio ottenuto nella graduatoria Fair Play
    4. Sorteggio

    La graduatoria Fair Play verrà considerata utile per determinare la classifica finale solo dopo la verifica dei punti l e 2 sopra citati.
    Nel caso in cui il punteggio FAIR PLAY sia ancora in paritò, per la determinazione della migliore classificata, si procederà come previsto al punto 4.

REGOLAMENTO GIOCO DI ABILITA’ TECNICA

“SHOOTOUT”: 1:1, rigore in movimento

NORME REGOLAMENTARI

  1. Il Gioco di Abilità Tecnico è una sfida agli “ShootOut”: sfida 1:1 tra giocatore e portiere delle due squadre che si confrontano.
  2. L’obiettivo è quello di favorire l’apprendimento della tecnica, in particolare nel tiro in porta e nel dribbling (1:1).
  3. La calciatrice che svolge il ruolo di attaccante parte con la palla al piede da una distanza di mt. 20 dalla porta ed ha il tempo massimo di 8″ per terminare l’azione.
    La partenzo viene determinata dal fischio dell’arbitro. Dal fischio dell’arbitro parte il conteggio del tempo.
  4. Il portiere deve posizionarsi sulla linea della porta e può muoversi in avanti quando parte l’azione dell’attaccante (quindi potrebbe non coincidere con il fischio dell’arbitro).
  5. Nel caso di respinta del portiere, palo o traversa l’azione deve considerarsi conclusa e non sarà possibile colpire ancora il pallone per una seconda conclusione.
  6. Gii “Shootout” verranno effettuati da tutte le calciatrici partecipanti alla gara, tenendo conto degli obblighi fissati dal regolamento tecnico delle gare in merito alle sostituzioni. Di seguito il dettaglio relativo olio procedura:
    1. prima dell’inizio del primo tempo della gara verranno effettuati contemporaneamente n°8 “Shootout” per squadra, coinvolgendo le calciatrici che devono prendere parte al primo tempo.
    2. prima del secondo tempo verranno effettuati ulteriori n°8 “Shootout”‘ coinvolgendo le calciatrici che devono prendere parte al secondo tempo.
  7. Al termine delle due fasi di “Shootout” verranno conteggiati i gool realizzati da entrombe le squadre.
    La squadra risultata vincitrice guadagnerà un punto da aggiungere al risultato dell’incontro.
    In caso di parità, come per i tempi di gioco, verrà assegnato un punto a ciascuna squadra.

REGOLAMENTO FAIR PLAY

CONDIZIONI GENERALI

  1. Promotore dei valori che controddistinguono l’evento, la gara verrà valutata anche in merito alla condotta FAIR PLAY dal Comitato Organizzatore e dagli Arbitri.
  2. L’obiettivo è quello di favorire lo spirito sportivo tra i giocatori, i responsabili delle squadre e lo staff organizzativo, di contrastare i cattivi comportamenti ma anche di incoraggiare e valorizzore quelli buoni.
  3. Al fischio finale di ciascuna partita l’arbitro compilerà un apposito form di valutazione della gara.
  4. Eccezionalmente, il Comitato Organizzatore di DANONE CUP si riserva il diritto di premiare o punire i comportamenti delle squadre con un ulteriore punto.

CRITERI DI VALUTAZIONE

A. Da parte degli arbitri
La valutazione del comportamento delle squadre durante le partite viene effettuata tenendo conto di:
– Comportamenti di Fair Play premiati dall’Arbitro con il Cartellino Verde (“Green Card”)
– Atteggiamenti sanzionati dall’arbitro
– Atteggiamenti nelle aree tecniche (anche se non sanzionati dall’arbitro)
– Atteggiamenti fuori dal campo prima, durante e dopo la gara

  1. Premiazione di comportamenti di Fair Play significativi riportati dall’arbitro (es.non finalizzare una sicura occasione da goal per permettere di soccorrere un avversario infortunato, etc.):
    (a) Green Card: +1 punto per ciascun cartellino verde
  2. Sanzioni per non conformità con le regole del gioco (riportate dell’arbitro):
    (a) Ammonizioni: -1 punto per ciascun cartellino giallo
    (b) Espulsioni: -5 punti per ciascun cartellino rosso
  3. Sanzioni applicate per comportamenti nelle aree tecniche (anche se non sanzionati dall’arbitro):
    (a) Continuo vociare o urlare: -5 punti
    (b) Proteste nei confronti dell’arbitro: -5 punti
    (c) Mancato rispetto del protocollo prima, durante e dopo la partita (p.e. non stringere le mani della squadra avversaria): -5 punti
    (d) Atteggiamenti violenti (verbali o fisici): -5 punti
    (e) Lasciare l’area tecnica sporca: -5 punti
  4. Premiazione di comportamenti di Fair Play significativi riportati dall’arbitro prima, durante e dopo la gara (es. accoglienza della squadra avversaria, condivisione della procedura di ingresso in campo, organizzazione/partecipazione a “terzo tempo Fair Play”.):
    (a) +1 punto complessivo per l’atteggiamento positivo riscontrato

VALUTAZIONE FINALE

  1. La valutazione finale di ogni squadra verrà calcolata sommando i punti assegnati da arbitri e Comitato Organizzatore, nel corso delle gare del concentramento.
  2. In caso di parità, i criteri utilizzati per determinare la migliore classificata, saranno, nell’ordine, i seguenti:
    a. La squadra che è stata meno sanzionata durante la competizione (da arbitro e/o dal Comitato Organizzatore)
    b. La squadra che ha mostrato più rispetto dei valori durante la competizione (da arbitro e/o dal Comitato Organizzatore)
    c. La squadra che ha ottenuto il maggior numero di “Green Card”
  3. La graduatoria finale FAIR PLAY potrà essere determinante per la definizione della graduatoria finale, secondo quanto stabilito dal punto 3 “Punteggi e Classifiche” del regolamento generale.